IL SESTO SENSO


di FRANCESCO E. NEGRO -

foto (7)Tra il significante e il significato scorre il senso. Questi non divide ma giustifica l’incontro con una persona, o con un oggetto. Il senso ha in sè il concetto di intuizione che, insieme alla sintesi, caratterizzano l’impressione, di conseguenza la conoscenza che si ha di quanto esterno, in senso lato. L’esperienza è quanto si è esperito, sperimentato. E’ l’esito del già visto, del già sentito, del già provato. L’esperienza, classicamente, è più tipica di chi ha più vissuto. Come la cultura, sintesi di quanto si è appreso. Sapere e conoscere non sono sinonimi, il primo è conoscenza sedimentata dall’esperienza. La conoscenza invece si limita spesso al solo puro apprendere. Hanno un rapporto simile come vivere ed esistere. Nell’esistenza c’è un collocare la vita in un ambiente che risente di quanto lo circonda.  foto (6)
I sensi hanno un qualcosa di fisico, di anatomico. Sono esito di una neurofisiologia, sono misurabili con i canoni scientifici. In essi c’è sempre, però, un aspetto che li rende non completamente qualificabili. L’occhio vede un quadro, l’orecchio sente una musica, l’olfatto percepisce un odore. A questa oggettività, pur con parametri individuali di soglia fisico-chimica, si associa un qualcosa che riporta al passato, al ricordo. Una sorta di memoria involontaria proustiana che fa risorgere le esperienze, che porta a personalizzare la sensazione con un grediente incommensurabile. E’ l’intuizione di qualcosa di più profondo, non definibile. E’ l’essenza di un qualcosa sempre indicibile. Di tutto ciò, non riuscendo a percepire la luce, ne vediamo il riflesso o la sua ombra. E’ un istante che ha in sè il fascino di un’epifania, un’aletheia, (ἀλήθεια), un velato che si svela. E’ in ogni caso positivo, ha in se il concetto di prevenzione e di preveggenza. E’ un senso non documentabile, sintesi degli altri. Nasce per ultimo, è il sesto, presente nella vita di ogni essere vivente.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>